Torino Spiritualità e Centro Culturale Protestante

Appuntamenti di giugno 2021

Venerdì 11 giugno, ore 18: in collaborazione con il MEIC (Movimento ecclesiale di Iniziativa Culturale), Il CCP propone la conferenza online “Partorire il futuro: la Bibbia e l’arte di generare il nuovo” con la partecipazione della pastora battista Lidia Maggi; introduce Maria Botttiglieri, presidente del MEIC. L’evento verrà diffuso dalla pagina Facebook del Centro Culturale Protestante di Torino.

Sabato 12 giugno, ore 18, Tempio valdese di corso Vittorio: prosegue l’iniziativa del CCP per creare opportunità di esibizione e per valorizzare il talento di giovani artisti musicali italiani: il pianista Matteo A. Bevilacqua suona musiche di J.S. Bach, L. v. Beethoven, G. Molinari, F. Liszt, F. Chopin e C. Debussy.

Giovedì 17 giugno, ore 21, Tempio valdese di corso Vittorio: fra le iniziative che si svolgono nell’ambito Torino Spiritualità, iI Centro Culturale organizza una conferenza con la partecipazione di Paolo Vineis, professore e direttore di Epidemiologia Ambientale presso l’Imperial College di Londra, su “Previsione, predizione, speranza, nel contesto della situazione epidemica che travaglia le nostre società”. 

Nell’ambito degli eventi di Torino Spiritualità, iI Centro Culturale, in collaborazione con le Chiese valdese e battista (Via Passalacqua), organizza 2 momenti di riflessione sul tema del “desiderio” a partire da alcuni brevi testi biblici:

Venerdì 18 giugno, ore 18,30 Tempio valdese, corso Vittorio Emanuele II, 23, Apertura in musica (violino e pianoforte) Desiderio e bramosia. Credenti al bivio tra desiderare e non desiderare. Riflessione sul Salmo 37, 4 e su Matteo 5, 27-28 a cura del pastore Jean-Félix Kamba Nzolo. Chiusura in musica (violino e pianoforte).

Sabato 19 giugno, ore 18,30 Chiesa battista di via Passalacqua, 12. “Una cosa ho chiesto al Signore e quella ricerco: abitare nella casa del Signore”. Chiacchierata pop tra Bibbia e musica sul desiderio nella Bibbia a cura dei pastori Carlo Guerrieri e Alessandro Spanu.

Domenica 20 giugno, ore 10.30 il Centro Culturale Protestante organizza la conferenza “Il desiderio che non vuole essere soddisfatto”. L’infinità del desiderio, cioè il fatto che appaia sempre inappagato, è un segno positivo o negativo? Per Platone, il desiderio mira non tanto alla sua soddisfazione, quanto a tenere accesa in noi l’immagine di una bellezza che non tramonta, perché è memoria del bene e del vero. Vale forse la pena chiedersi se non sia il caso di tornare a Platone. Ne parla il filosofo Sergio Givone; introduce Federico Vercellone, presidente del Centro Culturale Protestante.

Venerdì 25 giugno, ore 18: conferenza “L’uomo e la terra: una comunità di destino”. L’antropocene è l’età in cui l’essere umano si impadronisce completamente della terra sino al punto da sconvolgerne gli equilibri, determinando uno scompenso per rimediare al quale è necessario pensare a strategie e simboli nuovi e antichi per ricondurre nuovamente l’umanità sul percorso della terra e del creato. Ne parleranno Letizia Tomassone (pastora valdese e teologa) e Mauro Ceruti (filosofo e politico). L’evento verrà diffuso dalla pagina Facebook del Centro Culturale Protestante di Torino.

CENTRO CULTURALE PROTESTANTE DI TORINO

web: torinoprotestante.org 
email: torinoprotestante@gmail.com
Facebook: Centro Culturale Protestante di Torino 
YouTube: Torino Protestante

Lascia un commento